Evento aziendale: perché organizzarlo?

Non sempre nel budget annuale destinato alla comunicazione e ad attività di sviluppo ed incentivazione dell’azienda gli eventi aziendali hanno un ruolo centrale.

Si tratta, ovviamente, di una valutazione erronea che non prende in considerazione le peculiarità dell’evento aziendale quale attività fondamentale del piano di marketing.

L’evento ha, invece, un ruolo strategico importante al pari delle altre attività e contribuisce al raggiungimento di obiettivi difficilmente ottenibili con altri mezzi.

Ma vediamo, nel dettaglio, quali sono questi obiettivi.

Gli obiettivi di un evento aziendale

Come abbiamo avuto modo di dire in precedenza, l’uomo è naturalmente portato all’aggregazione, al confronto, alla socialità. Tutto ciò, ovviamente, avviene anche in ambito lavorativo.

In un contesto aziendale, ciascun dipendente, per esprimere al meglio le sue potenzialità, deve condividere obiettivi e sentirsi parte di un gruppo coeso.

L’evento aziendale risponde proprio a questa necessità e permette di:

  • Creare un clima di socialità in cui il dipendente ritrova il contatto umano con l’Azienda e, attraverso questo, trova una motivazione più forte nella sua attività quotidiana;
  • Rinsaldare la coesione dei team grazie anche alla condivisione di momenti di svago;
  • Accrescere la consapevolezza sul mondo valoriale che ruota intorno al brand;
  • Creare un’occasione di confronto importante tra i vari ambiti operativi, tra professionalità impiegate nei diversi ruoli, tra dipendenti e CdA.

Fortunatamente, ad oggi sono moltissime le Aziende che hanno capito l’importanza strategica dell’evento, percependo come una carenza l’impossibilità di utilizzare questo strumento a causa del Covid19.

L’aspetto emozionale degli eventi

Con l’avvento della pandemia, lo sappiamo, gli eventi sono stati la prima attività aziendale ad essere sospesa con non poche conseguenze per il settore e per le imprese stesse.

Quello che agli occhi di qualcuno può sembrare di secondaria importanza, come una cena di Natale, è in realtà uno strumento molto valido, un momento di aggregazione e confronto alla fine di un anno di lavoro, con un impatto positivo sia interno che esterno all’Azienda.

Naturalmente, affinché l’evento aziendale sia uno strumento strategico, è necessario porre cura e attenzione nella progettazione. In particolare, ciò che non va mai trascurato è l’elemento emozionale che lo caratterizza. Il valore aggiunto è proprio saper coinvolgere i partecipanti in “un’esperienza” e suscitare emozioni. Questa è la vera forza dell’evento.

Sin qui abbiamo parlato di eventi corporate, ovvero eventi destinati ad un pubblico interno.

L’aspetto emozionale negli eventi trade e consumer

Stessa importanza hanno gli eventi trade e gli eventi consumer. Anche alla base di queste due tipologie c’è l’importanza di creare un legame con il brand e il sentirsi parte di un progetto comune.

Gli eventi trade, lo abbiamo già anticipato , sono destinati alla forza vendita o ai partner commerciali. Si tratta di figure che non vivono giornalmente l’Azienda e per loro le occasioni di incontro diventano un momento di fondamentale importanza. L’evento aziendale costituisce, in questo caso, un potente collante, un’occasione di confronto unica.

Parliamo, infine, degli eventi consumer, ovvero quelli destinati ai consumatori finali. Si tratta di eventi di natura prettamente commerciale che hanno l’obiettivo di creare o rafforzare la brand awareness e incrementare le vendite, nonché migliorare la conoscenza del prodotto. Oggi, sempre più frequentemente, si pensano format per eventi esperienziali, ottenendo feedback molto positivi da parte dei consumatori.

L’elemento emozionale deve essere molto forte, poiché è l’esperienza positiva che genera il ricordo nella mente del consumatore.

Lascia un commento